Richiedi un consulto online tramite Whatsapp

Come curare gli attacchi di panico, introduzione

Come curare gli attacchi di panico, introduzione

Come curare gli attacchi di panico, introduzione

Come curare gli attacchi di panico? Sono pochi gli eventi di questo mondo spaventosi e frustranti come questi.

Una volta iniziati, possono infatti trascinare in una spirale fuori controllo.

Se soffri di attacchi di panico hanno oggi varie possibilità di trattamento. A volte queste terapie funzionano molto bene, ma più spesso non hanno pressoché alcun effetto.

La psicoterapia classica non è spesso efficace e eventualmente ha una durata molto elevata, i farmaci sono un palliativo, in genere non risolutivo.  Attacchi di panico e depressione

Parecchie donne e uomini che soffrono di panico provano molte terapie senza trovare mai quella che funziona ragionevolmente bene. Anche se si dovessero trovare metodi efficaci, possono presentarsi episodi in cui il trattamento non riesce o in cui non è praticabile.

Si può, ad esempio, avere un grave episodio di panico e non riuscire a svolgere le normali attività lavorative. In questo senso è una malattia davvero invalidante e può rendere la vita insopportabile.

Si può arrivare a pensare che non vale la pena di essere vissuta.

Ci possono essere diversi motivi per cui non chiedere l’aiuto medico tradizionale in un dato momento, ma quando si hanno attacchi di panico c’è bisogno di un aiuto immediato. Più si attende per intervenire, più gli attacchi si fanno gravi.

A quel punto potresti davvero non sapere come curare gli attacchi di panico.

Disturbo di Panico

Gli attacchi di panico possono costituire un vero e proprio disturbo, un disturbo d’ansia, definito per la precisione come Disturbo di Panico (DP) o in inglese PD (Panic Disorder). Fino a poco tempo fa si parlava di Disturbo da Attacchi di Panico (DAP), perché questa era la definizione nella versione precedente del DSM, il “catalogo” dei disturbi psichiatrici.

Gli attacchi di panico vengono definiti anche ansia parossistica episodica. Questo chiarisce che si tratta di un disturbo d’ansia, come la fobia, l’ossessione e la compulsione, con i quali condivide molti degli elementi che costituiscono il disturbo e spesso le cause, oltre ad una certa predisposizione comportamentale che può essere definita personalità fobica.

Parossistica significa che dura per un periodo di tempo limitato e finisce spontaneamente.

Episodica indica che capita una volta ogni tanto, e la frequenza può essere anche molto variabile a seconda del caso. C’è chi ha disturbi di panico una volta ogni tanto, anche a distanza di anni uno dall’altro, e chi ne soffre con frequenza molto superiore, una volta al mese o anche di più.

Sintomi degli attacchi di panico

Quando sono molto frequenti, insorge la paura di esserne colpito: durante l’attacco di panico, infatti, si prova la sensazione di morire. La descrizione di un attacco di panico da parte di un paziente di ogni età, segue un modello tipico:

  • mi sento morire
  • non posso respirare
  • mi manca l’aria
  • il cuore batte all’impazzata
  • ho paura di perdere il controllo

chi non l’ha provato non può capire cosa significa.

L’attacco di panico è in sostanza:

  • la paura di aver paura
  • la paura di morire
  • lapaura di impazzire

Quando ne soffri, tendi ad associare il panico al luogo in cui ti trovi e la situazione in cui questo si verifica:

  • ero in macchina, da allora ho paura di guidare;
  • ho bevuto un bicchiere di acquafredda, la digestione si è bloccata, sono andata al pronto soccorso,ma non era niente mi hanno dato un calmante, da allora ho paura di bere acquafredda e la bevo solo tiepida e anche così ogni volta mi sale l’ansia;
  • ero in palestra, facevo ginnastica e il cuoreha preso a battere velocissimo, sentivo delle fitte come se avessi un infarto,da allora non vado più in palestra;
  • ero in viaggio e ho avuto un attacco di panico, da allora evito di viaggiare e seproprio è indispensabile, m’informo prima su quali ospedali ci sono lungo iltragitto, non me la sento di rischiare.

Ecco come suonano alcuni tipici racconti di chi soffre di attacchi di panico.Come curare gli attacchi di panico

Molti non sanno come curare gli attacchi di panico e seguono tante diverse terapie senza risolvere il problema. Si scoraggiano e pensano che non ne usciranno mai.

Cause

Da cosa derivano gli attacchi di panico? Non c’è naturalmente una risposta univoca. Si pensa a molte possibili cause:

  • predisposizione genetica
  • eventi stressanti
  • preoccupazione circa la propria salute
  • problemi o difficoltà personali o professionali, che, se non affrontati, possono alzare il livello di ansia
  • eventi pericolosi per la propria vita o per la vita di persone care
  • ripetuti eventi traumatici, non pericolosi per la vita presi per sè, ma che nell’insieme stressano in modo negativo
  • i lutti

Altre cause sono state ipotizzate, ma alla base si possono identificare:

  • la paura per la propria vita o quella dei propri cari, per la salute – traumi T grande oppure
  • anche tutte quelle situazioni stressanti ripetute – ad esempio rimprovericontinui e immotivati da parte dei genitori – traumi t piccolo

Non sono solo i traumi T grande e i traumi t piccolo a condurre al panico, ma certo sono una causa rilevante.

Se conosci la causa, potrai davvero capire come curare gli attacchi di panico.

Terapia per gli attacchi di panico

Oggigiorno esistono tecniche che abbassano il livello di stress e permettono di elaborare traumi psicologici in modo rapido e sicuro, laddove la psicoterapia classica non arriva, se non con tempi lunghissimi e di per sé stressanti, mentre i farmaci costituiscono un palliativo, che non risolve moltospesso il problema.

Le tecniche di rilassamento, il training autogeno e la meditazione guidata intervengono in modo decisivo e senza particolare sforzo sull’ansia.

L’ ipnosi consente un dialogo diretto con il tuo inconscio, rivelando magari episodi che la mente razionale non ricorda, ma il corpo e il subconscio sì.

L’ EMDR permette di sbloccare traumi che non hai elaborato e che ti hanno lasciato uno strascico doloroso e triste di sofferenza fisica e psichica.

La terapia cognitivo comportamentale è un metodo efficace, usato da decenni.

Ma secondo me solo conoscendo le cause puoi davvero capire come curare gli attacchi di panico.

More To Explore

Attacchi di panico sintomi fisici sono preponderanti
Articoli

Attacchi di panico sintomi fisici

Attacchi di panico: sintomi fisici o psicologici? Secondo me, è una domanda perfino inutile. Le emozioni sono create dalla tua mente, ma si presentano sempre

Sconfiggere gli attacchi di panico con il metodo EMDR
Articoli

Come sconfiggere gli attacchi di panico

Come sconfiggere gli attacchi di panico, grazie ad un metodo rivoluzionario, il metodo EMDR. La ricerca che mi portò al metodo Salvamente è iniziata 20

Iscriviti per scaricare l'ebook "Panico Stop" e ricevere aggiornamenti via e-mail

Lascia il tuo nome e la tua mail, ti invieremo in pochi minuti l'ebook "Panico Stop".